Tema

Storie resistenti

Resistere significa lottare per i propri diritti e per costruire in prima persona il proprio futuro.
Modena e l’Emilia Romagna devono molte delle loro storie recenti a un periodo specifico, quello della Resistenza nei mesi tra l’8 settembre 1943 e il 25 aprile 1945.
Buona lettura!

11 agosto 1944: la strage di Rocchetta Sandri

L’11 agosto 1944 è un giorno di guerra alla confluenza fra i torrenti Leo e Scoltenna, sull’Appennino modenese. Dopo l’attacco alla zona libera di Montefiorino, sferrato alla fine di luglio, le forze armate tedesche minacciano l’intera valle del fiume Panaro,… Continua a leggere →

Ospitaletto: le violenze dell’agosto 1944

Fra il 30 luglio e il 3 agosto 1944 le truppe tedesche attaccano in forze la zona libera di Montefiorino. I partigiani della montagna modenese e reggiana non hanno possibilità di resistere e sono costretti a sganciarsi. I più determinati a… Continua a leggere →

Trekking a Lama Mocogno: il cammino dei ribelli

Mentre scriviamo, abbiamo ancora in mente la bellissima esperienza vissuta durante il trekking a Lama Mocogno che ci è servito come sopralluogo in vista di questa nuova proposta: Il cammino dei ribelli. Nei giorni scorsi, infatti, siamo saliti in Appennino… Continua a leggere →

La caduta del fascismo: serata a Monteveglio

Il 25 luglio 1943 è ricordato come il giorno della caduta del fascismo. In estrema sintesi, dopo la sfiducia del Gran consiglio, Mussolini si dimise da capo del governo e venne fatto arrestare da Vittorio Emanuele III. Finiva, così, un… Continua a leggere →

Il grande sciopero alla SIPE di Spilamberto: narrazione spettacolo

Forse conosci già la storia del grande sciopero del 28 luglio 1943 alla Sipe di Spilamberto, ma sicuramente non l’hai mai sentita raccontare come la racconteremo sabato 29 luglio 2023. Sarà un pomeriggio davvero speciale e suggestivo, da vivere all’interno… Continua a leggere →

© 2024 Allacciati le storie di Paola Gemelli & Daniel Degli Esposti con passione dal 2006

Tema di Anders Noren modificato da Paola Gemelli Su ↑