Negli anni scolastici 2018/2019 e 2019/2020 la mostra 1948. Italia al bivio è stata il perno di proposte di didattica della storia del dopoguerra per le scuole secondarie di II grado di Modena. L’obiettivo delle attività è permettere agli studenti di entrare nei meccanismi della propaganda (in particolare quella per le elezioni del 18 aprile 1948) e comprenderli storicamente.

In occasione del 70° anniversario delle prime elezioni politiche libere del dopoguerra, la Biblioteca Poletti e l’Archivio Storico del Comune di Modena hanno infatti inteso promuovere nei giovani una conoscenza più approfondita del periodo fondante della nostra democrazia attraverso la scoperta e l’uso critico di fonti poco note, in particolare quelle iconografiche (manifesti, cartoline, fumetti, volantini illustrati). Il linguaggio visivo della campagna elettorale del 1948 offre ai ragazzi stimoli interessanti e differenti possibilità di lettura di momenti cruciali per la storia del nostro paese, oltre a strumenti per la decodifica dei messaggi della comunicazione politica odierna.

Didattica della storia del dopoguerra: proposte 2018/2019

Le attività proposte alle scuole secondarie di secondo grado si articolavano in diverse possibilità:

  • Visita guidata alla mostra documentaria;
  • Visita guidata + trekking storico in città alla scoperta dei luoghi del confronto politico delle elezioni del 1948, durante il quale era compito dello storico raccontare il contesto civile, sociale e politico di ieri;
  • Visita guidata + laboratorio sulle fonti, che impegnava i ragazzi in un’attività laboratoriale di gruppo incentrata sull’analisi e decodifica di alcuni dei materiali di propaganda esposti.

L’attività è stata realizzata per 13 classi, provenienti da 4 istituti modenesi diversi.

Visto il successo riscontrato, di nuovo nell’anno scolastico 2019/2020 proponiamo un percorso legato al materiale di mostra. Le attività proposte promuovono una conoscenza più approfondita del secondo dopoguerra, il periodo in cui l’Italia diventa una repubblica democratica, attraverso la scoperta e l’uso critico di documenti archivistici e fonti iconografiche.

Dettaglio del PowerPoint didattico.

Seconda annualità: anno scolastico 2019/2020

Per l’anno scolastico 2019/2020 la biblioteca Poletti ha offerto alle classi quinte delle scuole secondarie di II grado di Modena l’attività laboratoriale Propaganda e società di massa: istruzioni per l’uso.

Il laboratorio, gratuito, è stato inserito al numero 337 del catalogo Itinerari scuola-città di Memo.

L’attività sfrutta modalità interattive per far riflettere gli studenti sui temi più rilevanti della campagna elettorale del 1948 (la ricostruzione, i giovani, il lavoro, la pace, la libertà, la paura del nemico) attraverso il confronto, l’analisi e l’interpretazione di materiali di propaganda originali (manifesti, volantini, cartoline, fumetti), per allenare i ragazzi ad un uso critico delle fonti della storia contemporanea e della comunicazione politica, anche ai fini di un esercizio di “cittadinanza attiva” nel contesto attuale.

Formazione docenti

Nella giornata del 7 ottobre 2019 è stato proposto un incontro formativo per insegnanti delle scuole secondarie di 1° e 2° grado, a cura di Daniel Degli Esposti, che ha preso le mosse dal PowerPoint didattico della mostra 1948 Italia al bivio realizzato da Paola Gemelli, corredato da un saggio storico di accompagnamento di Degli Esposti.

L’obiettivo è proporre agli insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado alcune opportunità di approfondire la storia del secondo dopoguerra italiano attraverso la campagna elettorale del 1948. Le prime consultazioni politiche dell’età repubblicana consentono infatti di riflettere sull’impatto dell’entrata in vigore della Costituzione, prendendo in esame le caratteristiche e le finalità di alcuni tra i suoi principi fondamentali, sul contesto nazionale e internazionale del secondo dopoguerra, sulle strategie e sui meccanismi della comunicazione politica.

La proposta era rivolta ai docenti senza vincoli territoriali. L’incontro aveva “Didattica per competenze, innovazione metodologica e competenze di base” come priorità tematica del Piano di formazione dei docenti 2016/2019 del MIUR ed è stato inserito nel piano formativo di Memo, ente accreditato per la formazione e l’aggiornamento del personale della scuola, secondo quanto previsto dalla Direttiva MIUR 170/2016.

Al termine dell’incontro sono stati brevemente illustrati i laboratori sulla Costituzione (scuola secondaria di primo grado) e sulla propaganda politica (scuola secondaria di secondo grado) previsti negli Itinerari scuola-città 2019-2020. L’iscrizione ai laboratori era facoltativa.

Guarda il corso su Memo.

Paola Gemelli e Daniel Degli Esposti

Spargi la voce!

Conosci una persona interessata? Faglielo sapere!