Facciamo la storia con le persone, insieme a chi la ama. Esploriamo il passato per capire com’è nato il presente. Insomma, facciamo Public History.

Raccontiamo le trasformazioni delle città, dei paesi e delle campagne, camminando fra i monumenti e attraverso i paesaggi che ne conservano l’anima. Organizziamo trekking urbani e passeggiate sui sentieri. Proponiamo pedalate storichespettacoli con letture sui luoghi della memoria.

Cerchiamo negli archivi e tra la gente le vicende delle comunità, per scoprire come sono cambiate e condividere con loro la profondità del tempo. Non ci fermiamo ai riti delle commemorazioni, non è questa la Public History. Vogliamo capire e raccontare il passato. Mettiamo in scena la storia, la leggiamo insieme alla gente, la raccontiamo con immagini e musiche, la valorizziamo con mostre storico-documentarie e musei interattivi.

Vogliamo ascoltare le memorie e raccogliere gli sguardi sul passato, perché la Public History nasce dalla condivisione delle esperienze. Seguiamo le tracce delle persone senza costruire da lontano lezioni noiose. “Perché è la gente che fa la storia”, come canta De Gregori. Per questo raccogliamo le testimonianze delle donne e degli uomini che, vivendo, l’hanno creata. Portiamo avanti progetti di storia orale e fissiamo i ricordi in documentari che inseriscono le vicende personali in una ricostruzione scientifica dell’orizzonte collettivo.

Proponiamo una storia che non mette nessuno dietro la lavagna. Parliamo linguaggi diversi e costruiamo presentazioni adatte a tutte le età. Per i più giovani e per le scuole progettiamo unità didattiche, materiali di approfondimento e laboratori di avvicinamento alla ricerca storica.

Crediamo che la storia abbia un alto valore sociale: ricostruire il passato aiuta a vivere nel presente.

Nel tempo abbiamo accumulato una certa esperienza: guarda i nostri lavori nel campo della Public History.

Quello che possiamo fare per te lo concordiamo insieme, sulla base delle tue esigenze e con la nostra esperienza e consulenza: contattaci

Spargi la voce!