blog di storia

Un altro blog di storia? No, Allacciati le storie è il diario del nostro viaggio nella Public History.
Nella Public History? Ma cos’è?

Per cominciare è tutta un’altra storia, non quella che s’impara a memoria fra i banchi di scuola e svanisce dieci minuti dopo la verifica… Non è neppure un elenco di guerre e imperatori: non si nutre di date, non celebra glorie, non inquadra i potenti lasciando tutti gli altri al buio. Sarebbe inutile, se trasmettesse soltanto nozioni.

Inutile. O sterile, come i racconti pieni di effetti speciali, ma vuoti di senso, dove la storia è soltanto una scenografia dai colori forti: le sfumature della vita e la complessità dell’animo si perdono nella semplificazione di uno schermo piatto, privo di profondità.

Già, la profondità: un viaggio tra lo spazio e il tempo, un’avventura sulle scie lasciate dalle donne e dagli uomini, un percorso di conoscenza e un desiderio di condivisione.

Utopia? Illusione? Non ci siamo scelti un mestiere facile, questo è sicuro. Ma ci piace camminare lungo i sentieri e nelle città, frugare negli archivi e risvegliare le memorie. Cerchiamo le storie del nostro passato, perché vogliamo capire come gira e dove va il mondo di oggi. Perché ci piace ricostruire il quadro della storia insieme alle persone che lo dipingono con i pensieri e le azioni di ogni giorno: il mosaico delle loro vicende ci fa scoprire chi siamo attraverso la profondità del passato umano.

Non vendiamo fumo, siamo storici: il nostro metodo è lo stesso che guida gli studiosi e i ricercatori delle Università, ma i nostri linguaggi non parlano solo agli addetti ai lavori, vogliamo costruire la storia con tutti coloro che la amano a prescindere da quello che sanno. E tutto questo non ci basta: vogliamo costruirla anche con chi ancora non sa di amarla.

Non temiamo la piazza e la tecnologia, il confronto tra le idee ci motiva ad andare sempre più a fondo, ci stimola e ci alimenta. La storia è poliglotta e anche noi vogliamo esserlo: pensiamo che possa vivere nei teatri e lungo i sentieri, sugli schermi e sul web. Non solo nei libri. La nostra storia non ama i confini: la letteratura, il cinema, la musica, lo sport e la cultura popolare non la spaventano, ma la rendono più viva e la avvicinano alle persone.

Vuoi venire con noi? Allacciati le storie!

Viaggio nella Public History

Spargi la voce!