Autore

Paola Gemelli

Storia delle donne a Modena: itinerari didattici

Perché è come occuparsi di storia delle donne nel Novecento? Mi sembra che la stiano impacchettando con un bel cartellino per mandarla al museo. Perché tagliarla fuori come un momento unico e irripetibile, parlarne come di un punto d’arrivo invece… Continua a leggere →

“Dio ti vede Stalin no”: conferenza di Edoardo Novelli

“Dio ti vede Stalin no”: chi non conosce lo slogan ideato da Giovanni Guareschi e reso celebre dal film Don Camillo e l’onorevole Peppone? La prima apparizione, però, non si deve al cinema, ma alla carta stampata: risale infatti a… Continua a leggere →

Una città in movimento: gli anni Settanta a Modena

Ormai due anni fa sono entrata a far parte – con studiosi della storia dei movimenti e giovani ricercatori universitari –  del Laboratorio sui movimenti degli anni Settanta a Modena, ovvero di un progetto di ricerca collettiva che intendeva indagare il… Continua a leggere →

Prendi la bufala per le corna! Laboratori didattici sul mestiere dello storico

Non c’è scampo: ogni volta me la trovo davanti. Ogni volta che apro un quotidiano, guardo il telegiornale o “vado” su Facebook… eccola lì, la grande protagonista di questa mia estate: la bufala. Della mia e, secondo me, anche della tua…. Continua a leggere →

Legge Merlin: 60 anni dopo è ora di studiarla!

La prostituzione e la sua regolamentazione sono argomenti che ciclicamente tornano a impegnare i discorsi pubblici dei partiti politici e, spesso di conseguenza, dei cittadini. Succede quando se ne occupano le cronache dei giornali e ad ogni nuova campagna elettorale,… Continua a leggere →

Libri da leggere sotto l’ombrellone… o dove vuoi tu!

Da dove stai leggendo questo post? Sotto l’ombrellone o all’ombra di una pineta? Che tu sia in ferie o in città, probabilmente questa estate avrai piacere di ritagliarti un po’ di tempo per leggere. Eccoci allora con qualche proposta per… Continua a leggere →

© 2018 Allacciati le storie di Paola Gemelli & Daniel Degli Esposti

Tema di Anders Noren modificato da Paola Gemelli Su ↑