Il progetto Modena 900 ha preso avvio nel 2015, in occasione del 70° anniversario della Liberazione. Concepito dapprima come app gratuita per smartphone, tablet e desktop, Modena 900 è statO successivamente trasformato in un portale. L’idea è quella di farvi confluire tutte le banche dati sulle storie personali dei modenesi attivi sulla scena pubblica nel Novecento.

Siamo stati chiamati a collaborare al progetto in più di un’occasione.

Un’app per la memoria

Quando l’Istituto storico di Modena ha avviato il progetto, l’idea era quella di realizzare un software che riportasse su una mappa i monumenti dedicati alla lotta partigiana. Daniel Degli Esposti ha curato i contenuti storici in questa prima fase.

Grazie alla geolocalizzazione, il gps del dispositivo mobile accompagna l’utente dell’app per le vie della città in un viaggio attraverso le memorie dei luoghi. Esplorando le strade e le piazze con l’aiuto di Modena 900, si possono conoscere le storie dei 452 partigiani, militari e civili che sono ricordati nelle lapidi e nei cippi sparsi sul territorio.

Un database biografico

Nel tempo l’idea iniziale si è evoluta verso il progetto di un grande database, comune anche ad altri enti e associazioni culturali, da cui potranno potranno partire le ricerche biografiche relative a coloro che hanno avuto un ruolo significativo a Modena.

Abbiamo prestato la nostra collaborazione anche per questa seconda fase del progetto. In particolare, abbiamo lavorato alle banche dati:

  • degli amministratori locali, costruita da Daniel Degli Esposti a partire dal lavoro fatto sul Comune di Castelnuovo Rangone;
  • delle donne militanti nei Gruppi di difesa della donna modenesi, costruita da Paola Gemelli a partire dalle ricerche per il progetto #cittadine, promosso da Istituto storico e Centro documentazione donna;

Per approfondire, puoi leggere su questo blog il post di Daniel Degli Esposti dedicato all’app Modena 900.

Daniel Degli Esposti e Paola Gemelli

Spargi la voce!

Conosci una persona interessata? Faglielo sapere!