Dopo il grande successo di Pavullo nel Frignano, la mostra Mario Ricci “Armando” dal mito alla storia torna per la Festa de l’Unità di Modena. Nello spazio espositivo di Ponte Alto riprende forma il percorso di narrazione storica sulla biografia del comandante “Armando”. L’iniziativa è parte del progetto Con Armando nel cuore, curato dal Comitato provinciale modenese dell’ANPI insieme alla sezione di Pavullo. A pochi giorni dal 18 agosto, trentesimo anniversario della scomparsa di Mario Ricci, arriva dunque un’altra occasione di scoprire la sua storia, strettamente intrecciata al Novecento emiliano.

La mostra Mario Ricci “Armando” dal mito alla storia racconta la vita del protagonista a partire dalle “domande” che nascono dall’attualità. Nella narrazione spicca, ad esempio, il problema del lavoro precario. Si afferma inoltre la necessità di abbandonare la propria terra per trovare nuove prospettive di vita. In molte fasi del percorso fa capolino la rabbia, che induce alcuni uomini a cercare soluzioni nella violenza. Altri, però, come Armando, si battono per migliorare le cose “dal basso”. Dalle loro azioni cresce lo slancio per una cittadinanza attiva, che continua a caratterizzare la provincia modenese, anche nell’era della “società liquida”.

La mostra è visitabile dal martedì al sabato dalle ore 18.30 e la domenica a partire dalle ore 11 fino al 18 settembre.

L’inaugurazione della mostra è prevista per venerdì 23 agosto alle ore 19. Per l’occasione interverranno il presidente della Fondazione Modena 2007 Nerino Gallerani, il presidente di ANPI Modena Lucio Ferrari e il professor Luca Maria Caffaro, coordinatore del progetto Con Armando nel cuore.

Visita guidata alla mostra presso la Festa dell’Unità di Modena

Gli appuntamenti alla Festa dell’Unità di Modena non finiscono con l’inaugurazione. Giovedì 29 agosto alle ore 21 condurrò una visita guidata alla mostra Mario Ricci “Armando” dal mito alla storia. Oltre a illustrare le scelte che ho fatto nella costruzione della narrazione storica, racconterò vicende che non sono state inserite nel percorso per ragioni di spazio. Sarà dunque un’occasione per scoprire ancora più a fondo la figura di “Armando”.

Questi racconti completeranno un ciclo aperto dalla mostra pavullese e rilanciato prima da uno spettacolo di narrazione storica, poi da cinque camminate resistenti. Ritroveremo alcune storie raccontate a Renno, Benedello e Sassoguidano, ma scopriremo anche tanto altro, perché la vita di Mario Ricci è un grande campo di ricerca.

Per restare aggiornati su tutte le iniziative del progetto e altre ancora, mie e di Paola Gemelli, è possibile iscriversi alla nostra Newsletter settimanale, in questa pagina.

Spargi la voce!

Potrebbe interessarti anche
Conosci una persona interessata? Faglielo sapere!