Il 2 giugno è una data molto importante per il calendario civile italiano, poiché si celebra la festa della Repubblica. Le origini di questa ricorrenza si trovano nell’immediato dopoguerra, quando il Paese è in macerie e si accinge ad affrontare una difficile ricostruzione.

Il 2 giugno 1946 le italiane e gli italiani sono chiamati alle prime elezioni di respiro nazionale del secondo dopoguerra. Un referendum sottopone ai cittadini la decisione sulla forma dello Stato: monarchia oppure repubblica? 12.718.641 elettori si esprimono a favore della repubblica, mentre la monarchia si ferma a 10.718.502 voti. Nello stesso giorno vengono eletti i 556 membri dell’Assemblea costituente, incaricati di scrivere la nuova Costituzione.

Festa della Repubblica. Donne al voto a Castelvetro nel 1946. Foto dal fondo Giuseppe Simonini - Archivio del Gruppo Mezaluna-Mario Menabue

Donne al voto a Castelvetro nel 1946. Foto dal fondo Giuseppe Simonini – Archivio del Gruppo Mezaluna-Mario Menabue

Festa della Repubblica 2019: Dai margini alla storia

Quest’anno per noi la festa della Repubblica è ancora più sentita, poiché ci permette di completare un bel percorso di educazione civica. Su incarico di ARCI Modena, abbiamo infatti realizzato il progetto Dai margini alla storia. Cittadini responsabili nelle scuole primarie di sette Comuni della provincia di Modena. Dopo Castelvetro, Fiorano Modenese, Formigine, Sassuolo e Spilamberto, arriva il momento di concludere le attività anche a Maranello e a Marano sul Panaro. Gli appuntamenti sono fissati per sabato 1° e domenica 2 giugno!

Il progetto di qualificazione scolastica Dai margini alla storia. Cittadini responsabili, proposto e realizzato da ARCI Modena in collaborazione con ANPI, ha intrecciato temi di cittadinanza e Costituzione alle vicende della storia (europea, italiana e locale) tra gli anni Venti e Cinquanta. Da un punto di vista cronologico abbiamo privilegiato il periodo 1943-1948, poiché in esso è stato possibile rinvenire le radici storiche della Carta costituzionale.

Se vuoi saperne di più, abbiamo raccontato qualcosa sul nostro lavoro in questo contributo per la rivista Clionet. Se invece ti interessa camminare con noi per scoprire le radici storiche della Costituzione, ecco qui maggiori informazioni sui prossimi appuntamenti!

Sabato 1° giugno a Marano sul Panaro

Sabato 1° giugno 2019, in vista delle celebrazioni per la festa della Repubblica, a Marano sul Panaro si terrà la camminata con narrazione storica Dai margini alla storia. Lungo il percorso, diviso in sei tappe, Daniel Degli Esposti racconterà alcuni episodi accaduti in paese tra gli anni del regime fascista, la Seconda guerra mondiale e la ricostruzione del periodo postbellico.

Sarà un viaggio tra le vicende più significative di un’epoca decisiva della storia italiana. Le tappe permetteranno di raccontare diversi aspetti: dall’educazione militare della dittatura fascista alle scelte di solidarietà della popolazione civile, dalla lotta partigiana ai bombardamenti aerei.

Festa della Repubblica. Un dettaglio della mappa realizzata per le attività del progetto Dai margini alla storia. Cittadini responsabili

Un dettaglio della mappa di Marano sul Panaro, realizzata per le attività del progetto Dai margini alla storia. Cittadini responsabili

Agli interventi narrativi dello storico si alterneranno letture di testimonianze e articoli della Costituzione. A portare questo prezioso contributo saranno i bambini delle classi quinte delle scuole primarie Edmondo De Amicis, che hanno aderito al progetto di qualificazione scolastica Dai margini alla storia. Cittadini responsabili, proposto da ARCI Modena in collaborazione con ANPI e sostenuto dal Comune di Marano sul Panaro.

L’appuntamento con le bambine e i bambini protagonisti delle letture è fissato per sabato 1° giugno alle 9:30 davanti alle scuole De Amicis (via I Maggio). La partenza della camminata con narrazione storica è prevista per le ore 9:45 e l’evento ha una durata di circa due ore. La partecipazione è libera e gratuita.

Domenica 2 giugno festa della Repubblica a Maranello

Domenica 2 giugno, festa della Repubblica, sarà il turno di Maranello. In questo caso la camminata con narrazione storica Dai margini alla storia prevede sette tappe nel centro della città. Daniel Degli Esposti guiderà i presenti alla scoperta delle radici storiche della Costituzione.

Partiremo dal sistema educativo del regime fascista, pronto a insegnare il razzismo e la superiorità dell’uomo sulla donna. Alle ex scuole vedremo i segni lasciati dai soldati tedeschi nella notte dell’8 settembre 1943, quando i nazisti occuparono Maranello e l’Italia centro-settentrionale. Conosceremo inoltre storie di persone che scelsero di aiutare gli “ultimi” e vicende di chi trovò la morte sotto le bombe.

Festa della Repubblica. Un dettaglio della mappa realizzata per le attività del progetto Dai margini alla storia. Cittadini responsabili

Un dettaglio della mappa di Maranello, realizzata per le attività del progetto Dai margini alla storia. Cittadini responsabili

Anche in questa camminata, agli interventi narrativi si alterneranno letture di testimonianze e articoli della Costituzione. I protagonisti saranno i bambini delle classi quinte delle scuole primarie “Stradi” e “Rodari”, che hanno aderito al Progetto di qualificazione scolastica Dai margini alla storia. Cittadini responsabili, proposto da ARCI Modena in collaborazione con ANPI e sostenuto dal Comune di Maranello.

Il ritrovo con le bambine e i bambini protagonisti delle letture è fissato per domenica 2 giugno alle 9:30 presso il municipio di Maranello (Piazza Libertà). La partenza della camminata è prevista per le ore 9:45 e l’evento ha una durata di circa due ore. La partecipazione è libera e gratuita.

Per ricevere aggiornamenti su tutte le nostre iniziative, è possibile iscriversi alla Newsletter settimanale, in questa pagina.

Spargi la voce!

Potrebbe interessarti anche
Conosci una persona interessata? Faglielo sapere!