Nel fine settimana del 13 e 14 ottobre, in occasione degli Open Day enERgie diffuse, ti aspettiamo a Modena per gli eventi e le aperture straordinarie della mostra 1948 Italia al bivio. Verità e menzogne di una repubblica inquieta

Dopo l’inaugurazione in occasione del Festival Filosofia, la mostra rimane infatti visitabile fino al 16 marzo 2019 negli orari di apertura della Biblioteca Poletti e dell’Archivio storico comunale. Se te la sei persa e non riesci a vederla neppure durante la settimana, niente paura: è in programma un ricco calendario di eventi e di aperture straordinarie.

Si comincia proprio nel week-end del 13 e 14 ottobre, quando la mostra sarà liberamente visitabile dalle ore 15 alle 19. Se però vuoi approfondire il tema e magari anche scoprire come la città di Modena ha vissuto le combattutissime elezioni del 1948, allora non puoi perdere l’occasione di lasciarti guidare in una visita alla mostra e, se hai un po’ più di tempo e di curiosità, anche di seguirci in un trekking urbano per le vie della città.

Quante cose, vero? Proviamo a vedere le diverse possibilità una ad una.

Visite guidate alla mostra 1948 Italia al bivio

Collaborando alla mostra 1948 Italia al bivio ci siamo impegnati a costruire un percorso di visita coinvolgente e accessibile a tutti. Pannelli, etichette e didascalie orientano il visitatore, suggerendo letture e proponendo interpretazioni di quanto si vede.

Energie diffuse. La sezione della mostra 1948 Italia al bivio allestita presso la Biblioteca Poletti

La sezione della mostra 1948 Italia al bivio allestita presso la Biblioteca Poletti

Il materiale esposto è molto bello e, in gran parte, “parlante”. L’argomento, tuttavia, è complesso: se desideri capire più a fondo le elezioni del 1948 senza sobbarcarti la lettura di una non piccola bibliografia, allora puoi scegliere di affidarti a noi per una visita guidata.

Grazie ai nostri racconti, scoprirai ad esempio che in quella campagna elettorale tutti i contendenti trattavano gli avversari come se fossero stranieri. Si sentivano infatti in lotta contro un “nemico interno”, totalmente diverso da loro. I muri di Modena erano pieni di manifesti che schernivano o attaccavano duramente i leader avversari e i loro “alleati”. Si arrivava addirittura a coprire gli spazi occupati dagli avversari con strisce eloquenti:

Gli americani vadano a fare propaganda a casa loro.

Il Fronte democratico popolare proponeva inoltre caricature di “Alcide von De Gasperi”, il “cancelliere austriaco” al servizio del capitalismo statunitense. Se l’accusa di essersi “venduto agli americani” si inserisce nel clima della guerra fredda, il riferimento all’Austria è più difficile da comprendere: si lega infatti alla prima fase dell’impegno politico di De Gasperi, quella che visse come deputato del parlamento austro-ungarico ai tempi della Prima guerra mondiale.

Manifesti di propaganda anticomunisti, esposti nella mostra 1948 Italia al bivio (Biblioteca Poletti - Fondo Tonini). Energie diffuse

Manifesti di propaganda anticomunisti, esposti nella mostra 1948 Italia al bivio (Biblioteca Poletti – Fondo Tonini)

Per scoprire tante altre storie sulle campagna elettorale del 1948, l’appuntamento è fissato per sabato 13 ottobre dalle ore 15.30 e domenica 14 dalle ore 11. La visita guidata, della durata di 1 ora e mezzo, è a partecipazione gratuita, ma i posti sono limitati ed è pertanto necessaria una prenotazione.

Info e prenotazioni: Biblioteca Poletti, tel. 059 2033372, biblioteca.poletti@comune.modena.it.

Trekking storico Per le strade della verità

I manifesti, i documenti e gli oggetti esposti in mostra provengono dai fondi della biblioteca Poletti e dell’Archivio storico comunale. Si tratta di materiale in parte prodotto a Modena e tutto diffuso in città. È insomma proprio quello che i modenesi ebbero sotto gli occhi in quei mesi di scontri elettorali! Anche le cronache locali e gli archivi della Prefettura sono ricchi di riferimenti a quel periodo. Con accurate ricerche, siamo così riusciti a ricostruire cosa visse la città in quelle settimane.

Domenica 14 ottobre alle ore 15, da piazzale Sant’Agostino, partiremo con il trekking urbano Per le strade della verità, e racconteremo il frutto di questo lungo lavoro. Lo faremo con le tecniche della Public History, conducendo i partecipanti in un itinerario con tappe narrative su luoghi significativi del centro storico. Potremo così rivivere vicende ed eventi direttamente collegati alla contesa per le elezioni politiche del 1948, proprio nei luoghi in cui sono accaduti.

Manifesto con le liste dei candidati a Modena per l'elezione dei deputati, esposto nella mostra 1948 Italia al bivio (Archivio storico del Comune di Modena). Energie diffuse

Manifesto con le liste dei candidati per l’elezione dei deputati nella circoscrizione di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena, esposto nella mostra 1948 Italia al bivio (Archivio storico del Comune di Modena)

Questa volta non saremo soli: gli attori Marianna Galli, Federico Benuzzi e Giovanni Galli completeranno la ricostruzione storica, mettendo in scena episodi inediti. Il percorso si concluderà con una visita guidata alla mostra 1948 Italia al bivio, per terminare alle ore 18.

Anche questa iniziativa è gratuita, ma su prenotazione in quanto per la perfetta riuscita dell’evento occorre limitare la partecipazione. Le prime iscrizioni, come anche nel caso delle visite guidate, sono già arrivate. Se ti interessa, prenota subito!

Info e prenotazioni: Biblioteca Poletti, tel. 059 2033372, biblioteca.poletti@comune.modena.it.

EnERgie diffuse: apertura straordinaria della mostra

Se le iniziative proposte non sono di tuo gradimento o ti manca il tempo per partecipare, potrai comunque scegliere di visitare liberamente la mostra, che sarà aperta sabato 13 e domenica 14 dalle ore 15 alle ore 19. In questo caso, non hai bisogno di prenotare nulla. Puoi però leggere una presentazione della mostra qui.

Se non dovessi fare in tempo, ti ricordiamo che la mostra resta visitabile fino al 16 marzo negli orari di normale apertura della biblioteca Poletti e dell’Archivio storico comunale, che si trovano entrambi presso il Palazzo dei Musei:

  • Biblioteca Poletti: lunedì 14.30-19; da martedì a venerdì 8.30-13 e 14.30-19; sabato 8.30-13
  • Archivio storico del Comune di Modena: lunedì e giovedì 8.30-13.00 e 14.30-18.00; martedì, mercoledì e venerdì 8.30-13.00; sabato chiuso.

Attività didattiche gratuite

Intanto che ci siamo, cogliamo l’occasione per informarti che per la scuola secondaria di 2° grado abbiamo approntato proposte didattiche collegate alla mostra, che includono sempre la visita guidata e, per chi lo desidera, la possibilità di aggiungere il trekking urbano o un laboratorio, nello stile di quello tenuto in occasione del Festival Filosofia. Le attività sono gratuite, in quanto finanziate dal Comune di Modena. Puoi trovare la proposta tra gli itinerari scuola-città, nel catalogo MEMO, al numero 465 e saperne di più leggendo questo post. Le prenotazioni chiudono il 20 ottobre e anche in questo caso i posti sono limitati.

Per restare aggiornati sui nostri eventi, è possibile iscriversi alla nostra Newsletter settimanale, andando a questa pagina.

Spargi la voce!

Potrebbe interessarti anche
Conosci una persona interessata? Faglielo sapere!