Nel pomeriggio di sabato 16 giugno, in occasione della Notte Rossa, cammineremo nella storia di Maranello lungo le strade della città della Ferrari.

L’appuntamento è alle ore 17 e l‘iniziativa è gratuita, ma attenzione perché questa volta è obbligatoria la prenotazione (chiamare lo  0536.240028 per prenotare). L’evento è a cura dell’associazione Lumen e il nostro ruolo sarà quello di guidarvi lungo un itinerario circolare in 7 tappe, con partenza dalla biblioteca Mabic, dove torneremo dopo circa 2 ore e mezzo, con una camminata effettiva di 1 ora. Tappa dopo tappa vi racconteremo gli ultimi 75 anni della città del Cavallino con le tecniche della Public History: una ricostruzione storica scientifica, un continuo inquadramento delle specificità maranellesi nel contesto più ampio della storia nazionale e una narrazione coinvolgente. Camminando, attraverseremo il periodo bellico, il secondo dopoguerra e i conflitti sociali, gli anni del boom economico e dello sviluppo urbanistico… fino alla città di oggi.

Ferrari Maranello: ingresso fabbrica nel 1947

Ingresso stabilimento Ferrari nel 1947

La Ferrari e Maranello

Ferrari e Maranello sono quasi sinonimi. Chi viene da fuori quasi pare stupirsi che Maranello sia anche una città. Lo sanno invece bene i suoi abitanti, che con la fabbrica più famosa al mondo convivono dall’inizio degli anni ’40. Benedetta da alcuni e maledetta da altri, in effetti la fabbrica Ferrari appare oggi una presenza a tratti ingombrante, che deborda dai confini dei muri della fabbrica per rinominare vie e parchi, bar e ristoranti, scuole e negozi. Deborda così tanto che negli anni ’70 arriva a prendere terreno anche del vicino comune di Fiorano per costruire la pista… di Fiorano appunto!

Ferrari Maranello e la pista di Fiorano

La pista di Fiorano

 

Maranello è rossa o, al massimo gialla, ma – colore a parte – l’intreccio tra fabbrica e città è forse ancora più profondo di quel che appare. Come stretto era il legame con il fondatore Enzo Ferrari. Da quella prima autorizzazione richiesta al Podestà nel 1942, i rapporti tra l’amministrazione comunale e il Commendatore, prima, e la fabbrica, dopo, non si interromperanno mai.

ferrari maranello: Enzo Ferrari a. scuola

Enzo Ferrari a… scuola!

La Ferrari ha bisogno della città e la città ha bisogno della Ferrari. Con la Ferrari la città è cambiata. La fabbrica ha preso campi, territorio, spazi. Ma ha anche dato. Lavoro, prima di tutto, anche come indotto. Sviluppo economico, quindi, ma anche urbanistico. E poi scuole e servizi. Per i dipendenti, ma anche per i cittadini. In un circolo virtuoso, dove ci si è dati il cambio, tra Ferrari, cittadini e amministrazione comunale, nell’immaginare lo sviluppo della città.

ferrari maranello veduta aerea

La città di Maranello in una fotografia recente. Si noti lo spazio occupato dall’azienda Ferrari

La Notte Rossa

La nostra camminata storica è stata inserita nell’ambito del programma culturale della Notte Rossa 2018, l’evento che interesserà la città della Ferrari nella serata del 16 giugno e a cui vi lasceremo al termine del nostro giro. Il programma culturale di “Ferrari: la storia il mito il gioco” prevede anche un laboratorio per bambini, una mostra dal titolo “Uomini e motori nell’Africa coloniale” e altro ancora. I posti per la nostra iniziativa di Public History sono limitati a 55 persone, per cui se interessati vi invitiamo a prenotarvi al più presto: 0536.240028.

Attenzione alla viabilità, che sarà modificata dalle ore 16, e ai parcheggi consigliati. Noi consigliamo il parcheggio di fronte alla Galleria del vento, ultima tappa della nostra camminata, per chi non desidera proseguire con la serata a Maranello. Maggiori informazioni sul sito del Comune di Maranello.

(le immagini di Maranello provengono dall’archivio comunale)

 

ferrari maranello locandina

 

Spargi la voce!

Potrebbe interessarti anche
Conosci una persona interessata? Faglielo sapere!