Questo post è pensato per chi è alla ricerca di un’idea per libri da regalare a Natale. Si fa presto a dire “regalo un libro”, ma poi la scelta è vastissima… e tanti sono i dubbi!

“Cosa gli piacerà?”, “Cosa avrà già letto?”, “Questo ce l’avrà già?”, “Questo libro sarà adatto?”… “Ehi… e se questo lo prendessi per me?” 🙂

Non pretendiamo di risolvere tutti i vostri dubbi, ma proviamo a offrirvi una guida per orientarvi tra le varie pubblicazioni attualmente disponibili e darvi qualche informazione utile per l’eventuale acquisto di libri da regalare a Natale.

Togliamoci il dente e cominciamo dai libri che abbiamo scritto noi e che hanno per tema la storia locale! Li trovate tutti in questa pagina, sia quelli a carattere scientifico, sia quelli di natura più divulgativa. Siccome però non tutti sono in vendita, ecco un elenco a prova di shopping. Cliccate sulla singola voce per andare direttamente alla scheda che vi interessa o scorrete tutta la pagina per non perdervi nulla!

Libri da regalare a Natale scritti da noi!

Ed ecco anche una lista di libri che ci sono piaciuti e che ci sentiamo di consigliarvi.

Libri da regalare a Natale consigliati da noi!

 

Per i bambini di Sassuolo

Partiamo dai più piccoli e da un libro che permette di imparare divertendosi: Ti racconto Sassuolo (Incontri editrice) è un volume pensato per la didattica della storia locale nella scuola primaria. E’ stato curato da Paola Gemelli in collaborazione con un gruppo di lavoro composto da maestre e con l’intento di insegnare ai ragazzi a pensare storicamente, favorendo la formazione dei cittadini di domani. Costruito come una guida turistica, segue un percorso tematico, e non cronologico: i principali monumenti, le tradizioni, i mestieri di una volta e di oggi, la gastronomia, il tempo libero…  Tutto, dai contenuti alla grafica, è stato pensato per i bambini, che nel loro viaggio nel tempo alla scoperta della storia di Sassuolo non sono mai soli: li accompagna una guida, incarnata dal personaggio storico di Marco Pio! La lettura risulta così facile e divertente, arricchita da testimonianze orali (ad esempio con la rubrica “Un nonno racconta”), scritte e iconografiche… Con l’aiuto di un adulto il libro può essere fruito anche da bambini più piccoli. In ogni caso, per le famiglie può essere una vera e propria scoperta!

Dove comprarlo: “La libreria”, via Indipendenza, 30 a Sassuolo (MO).

[torna all’elenco]

…e per i grandi!

Rari rischi esondazioni a parte, chi tra i sassolesi ha esperienza e memoria di un paese cresciuto in simbiosi con il fiume Secchia? Se il destinatario del vostro regalo è di Sassuolo, ma si tratta di un adulto, potreste valutare la possibilità di scegliere una pubblicazione nata da ricerche in archivio, accompagnate da un’ampia ricerca di storia orale e firmata a più mani: Francesco Genitoni, Paola Gemelli, Maria Antonia Bertoni, Ugo Bonazzi, Domenico Corradini, Vincenzo Vandelli ed Emilio Rentocchini. Il vino della luna. San Michele, Borgo Venezia, Ancora, Pista: storia e storie tra Secchia, miseria e fantasia (Incontri editrice) è un libro di memoria e storia, che coniuga metodo storico e attenzione alle vicende umane, salvando le testimonianze di quella parte di territorio legata al fiume Secchia e ricca di aspetti originali, oggi profondamente modificati e, in molti casi, scomparsi. I testi sono accompagnati da decine e decine di fotografie, per lo più fornite dai tanti sassolesi intervistati durante il lavoro di ricerca.

Dove comprarlo: “La libreria”, via Indipendenza, 30 a Sassuolo (MO).

[torna all’elenco]

La storia del distretto ceramico modenese e reggiano: Manodopera

La collana Manodopera nasce nei primi anni 2000, con la crisi e la globalizzazione della ceramica dietro l’angolo: quando il futuro non è limpido, è forse naturale guardarsi indietro, ricordarsi chi si è, raccogliere le energie e, forti della propria esperienza, da lì tornare al presente, capirlo e provare a ripartire. Nei 4 volumi che compongono la collana (acquistabili anche singolarmente) la narrazione storica è focalizzata sul mondo del lavoro e racconta le storie degli uomini e delle donne che “hanno fatto” la ceramica. Non c’è infatti famiglia, nel distretto ceramico modenese e reggiano, che non abbia visto la propria storia segnata in qualche modo dalla realtà industriale locale. E’ una storia raccontata attraverso la memoria collettiva, con il metodo della storia orale, una storia mai idilliaca, fatta di luci e di successi, ma anche di ombre, tensioni, conflitti e contraddizioni. Non si racconta l’epopea della ceramica, tantomeno si fa l’agiografia di questo o quell’imprenditore. Il tentativo è invece quello di “capire”, guardando la storia da tanti punti di vista, da quello basso in particolare, dal quale la “Storia” aveva così poco guardato, ma senza dimenticare i pionieri della ceramica e i loro eredi. “L’uomo nobilita il lavoro” recita non a caso il sottotitolo del progetto Manodopera. Al centro la persona, non la piastrella.

Ecco i 4 volumi disponibili, dal più recente al più vecchio:

  • Paola Gemelli, Francesco Genitoni, Catia Bartoli (a cura di), Il mondo. Design marketing editoria pubblicità sport cultura, 2009;
  • Paola Gemelli, Francesco Genitoni, Guglielmo Leoni (a cura di), L’ingegno. La filiera della ceramica, 2008;
  • Paola Gemelli, Francesco Genitoni (a cura di), Il lavoro. Tra fabbrica e vita, 2007, con dvd;
  • Paola Gemelli, Francesco Genitoni (a cura di), La terra. Alle sorgenti della ceramica, 2006;

Dove comprarlo: il progetto è stato promosso e sostenuto dal Comune di Fiorano, al quale occorre fare riferimento per l’acquisto, tenendo ben presente che gli uffici comunali non osservano un orario di apertura e servizio al pubblico paragonabile a quello dei negozi. Per informazioni scrivere una mail a cultura@fiorano.it

[torna all’elenco]

Un viaggio tra le memorie delle guerre mondiali in Valsamoggia

Storia e memoria: Radici di futuroNel centenario della Grande Guerra e in vista del 70° anniversario della Costituzione, Radici di futuro raccoglie i monumenti eretti dalle comunità di Valsamoggia per non dimenticare gli effetti dei due conflitti mondiali. Scritto da Daniel Degli Esposti, ripercorre le vicende e le scelte che hanno segnato le donne e gli uomini di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno durante e dopo le guerre che hanno sconvolto l’Emilia. Un libro per scoprire come sono nati i racconti che animano le memorie individuali, formando al contempo quelle collettive. Una ricostruzione storica che è un viaggio nel tempo e nello spazio. Un percorso di ricerca intrapreso con l’obiettivo di comprendere come si è arrivati alla situazione di oggi. Un legame di carta e parole tra passato e presente.

Dove comprarlo: presso le sezioni ANPI di Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno, sostenitrici del progetto insieme al Comune di Valsamoggia. Per prenotarlo, scrivi a daniel@allacciatilestorie.it

[torna all’elenco]

Itinerari di storia e memoria nelle Terre di Castelli

La copertina del saggio storico sui luoghi della memoria Lacrime di pietra.

Nelle Terre di Castelli la storia della Resistenza è un tutt’uno col territorio. Lacrime di pietra traccia un itinerario per esplorare cippi e monumenti che punteggiano i centri storici e le strade di campagna. Scritto da Daniel Degli Esposti per il Gruppo Mezaluna-Mario Menabue, questo saggio racconta come nascono e crescono le memorie della Seconda guerra mondiale presso le comunità delle Terre di Castelli.

Dove comprarlo: presso la sede del Gruppo Mezaluna-Mario Menabue, via Giacomo Cantelli 13, Vignola (MO), tenendo ben presente che l’associazione non osserva un orario di apertura e servizio al pubblico paragonabile a quello dei negozi. Per informazioni scrivere una mail a mezalunavignola@gmail.com

[torna all’elenco]

La seconda guerra mondiale nelle Terre di Castelli

Festa della storia: La copertina del saggio storico Memorie sepolte, sui bombardamenti seconda guerra mondiale.

Quanti di voi hanno sentito parlare almeno una volta di “Pippo”, il piccolo aereo che volava di notte per sganciare bombe incendiarie contro ogni luce rimasta accesa? Memorie sepolte scava fra racconti, testimonianze e documenti d’archivio per capire l’impatto dei bombardamenti sulle comunità delle Terre di Castelli. Scritto da Daniel Degli Esposti per il Gruppo Mezaluna-Mario Menabue, il saggio ricostruisce com’era la vita quotidiana nelle Terre di Castelli durante la Seconda guerra mondiale, oltre a raccontare le principali incursioni aeree sul territorio vignolese.

Dove comprarlo: presso la sede del Gruppo Mezaluna-Mario Menabue, via Giacomo Cantelli 13, Vignola (MO), tenendo ben presente che l’associazione non osserva un orario di apertura e servizio al pubblico paragonabile a quello dei negozi. Per informazioni scrivere una mail a mezalunavignola@gmail.com

[torna all’elenco]

Public History. Discussioni e pratiche

Paolo Bertella Farnetti, Lorenzo Bertucelli e Alfonso Botti, docenti di riferimento nel Master in Public History dell’Università di Modena e Reggio Emilia, propongono un volume collettivo per fare il punto sullo sviluppo di questa disciplina nell’accademia e nella società italiana. I contributi dei numerosi autori aprono una finestra sul mestiere che anche noi, nel nostro piccolo, facciamo e raccontiamo su questo blog. Qualche mese fa abbiamo intervistato il professor Bertucelli, che ci ha parlato anche di questo volume.

P. Bertella Farnetti, L. Bertucelli, A. Botti (a cura di), Public History. Discussioni e pratiche, Sesto San Giovanni, Mimesis, 2017.

[torna all’elenco]

Caporetto. Storia e memoria di una disfatta

Nicola Labanca, uno dei più autorevoli storici militari italiani, ricostruisce le dinamiche militari che caratterizzarono la battaglia di Caporetto, analizzando poi gli effetti che la rotta del Regio Esercito italiano produsse sulla politica e sulla società italiana.

Nicola Labanca, Caporetto. Storia e memoria di una disfatta, Bologna, Il Mulino, 2017.

[torna all’elenco]

Malacarne. Donne e manicomio nell’Italia fascista

Annacarla Valeriano, ricercatrice presso l’Archivio della memoria abruzzese della Fondazione Università di Teramo, fa riemergere storie di donne che non vollero conciliarsi con i modelli imposti dal fascismo e per questo furono rinchiuse nei manicomi. Un mosaico di storie e memorie individuali che offre uno spaccato sull’utilizzo degli ospedali psichiatrici nella strategia totalitaria del regime.

A. Valeriano, Malacarne. Donne e manicomio nell’Italia fascista, Roma, Donzelli, 2017.

[torna all’elenco]

La storia del mondo in dodici mappe

Jerry Brotton mostra i cambiamenti nella percezione della storia globale attraverso i mutamenti della cartografia. Da sempre le mappe plasmano il modo in cui guardiamo il mondo. Che cosa lega le rappresentazioni del mondo antico, non supportate dalla conoscenza dell’intero pianeta, ai viaggi virtuali sulle applicazioni di Google? Questo saggio è un bel modo per cercare una risposta a una curiosità del genere.

J. Brotton, La storia del mondo in dodici mappe, Milano, Feltrinelli, 2017.

[torna all’elenco]

Shooting up. Storia dell’uso militare delle droghe

La guerra contemporanea è un’esperienza troppo estrema perché gli uomini la affrontino da sobri. Lukasz Kamiénski affronta uno dei tanti argomenti tabù della sfera militare: quali sostanze stupefacenti hanno aperto ai soldati e ai miliziani di tutto il mondo nuove possibilità di affrontare paure, orrori e massacri? Un modo per esplorare i confini dell’umano, comprendendo il legame tra guerra, animo umano, freni inibitori e droghe.

L. Kamiénski, Shooting up. Storia dell’uso militare delle droghe, Torino, UTET, 2017.

[torna all’elenco]

Storie orali. Racconto, immaginazione, dialogo

Alessandro Portelli, uno dei maestri della storia orale italiana, apre la “cassetta degli attrezzi”, rivelando alcuni segreti di una tra le pratiche più affascinanti della storia contemporanea e della Public History. Come si fa la storia con i testimoni? A che cosa si può credere? Perché i silenzi, gli errori e i vuoti di memoria sono quasi sempre più significativi dei ricordi nitidi? Un gran bel viaggio nell’officina della storia.

A. Portelli, Storie orali. Racconto, immaginazione, dialogo, Roma, Donzelli, 2017.

[torna all’elenco]

Spargi la voce!

Potrebbe interessarti anche
Conosci una persona interessata? Faglielo sapere!