Il 25 aprile a Modena, come in tutta Italia, si festeggia la Liberazione. In realtà il capoluogo modenese viene liberato già il 22 aprile 1945. Le settimane precedenti vedono un intensificarsi delle attività resistenziali: mentre la fine della guerra pare vicina, si rincorrono gli appelli all’unità e alla mobilitazione. «(…) lottiamo per dimostrare a questi aguzzini del popolo che le donne modenesi sanno battersi anch’esse e che hanno compreso che non vi sono né parole né lacrime di fronte a tanta sofferenza, ma solo la lotta» invita il volantino “sovversivo” del Comitato Provinciale dei Gruppi di difesa della donna (GDD) che Ibes, Tiziana e altre donne distribuiscono a inizio marzo per le vie della città. «A me toccò Canal Grande e tutte le vie laterali. Io e Tiziana Baroni ci siamo trovate dopo il volantinaggio, in corso Fabrizi dove allora c’erano le panchine di marmo. Ci siamo trovate lì per dirci come era andata e scambiarci le nostre impressioni. Però dallo Storchi vidi arrivare un fascista del mio paese che mi conosceva benissimo. Allora scappai sulla bicicletta…»: Ibes scappa e non può certo immaginare che 72 anni dopo quei luoghi di Modena saranno percorsi da una camminata del tutto pacifica, fatta da persone che hanno voglia di conoscere e ricordare il suo impegno e quello di tante altre donne. Un trekking urbano sui luoghi reali e simbolici della resistenza civile femminile, organizzata nei Gruppi di difesa della donna, è proprio la proposta di quest’anno per il 25 aprile a Modena.

25 aprile a Modena: volantino GDD 8 marzo 1945

Il percorso della camminata del 25 aprile a Modena

Faremo una passeggiata, percorrendo insieme un itinerario che partirà dal Teatro Storchi (ore 10.30) e si snoderà per le vie del centro storico, fino ad arrivare alla Manifattura Tabacchi (ore 12.30). Il tutto in tempo per l’aperitivo storico e la presentazione di “GuerrainFame, la guerra non è mai servita”, con l’intervento di Agnese Portincasa e Gisella Gaspari dell’Istituto per la storia e le memorie del 900 Parri E-R (leggi la nostra scheda per saperne di più sul progetto), cui seguirà il Pranzo della Liberazione.

Camminando, ripercorreremo le vicende che hanno visto protagonisti i GDD modenesi. Rivivremo i primi passi compiuti nella primavera del 1944 per arrivare, un anno dopo, alle grandi manifestazioni davanti alla Prefettura, quando si protestò ripetutamente per evitare nuovi bombardamenti. Senza dimenticare quello che è stato definito il momento più alto della mobilitazione femminile: l’assalto al salumificio Frigieri. Era l’8 marzo 1945, Giornata internazionale dedicata alle donne: una scelta non casuale, perché – come vedremo –  nei discorsi dei GDD il tema resistenziale e quello dell’emancipazione sono sempre intrecciati.

Sarò io, Paola Gemelli, a guidare la camminata. In alcune tappe ci sarà l’intervento della storica Natascia Corsini del Centro documentazione donna di Modena.

Il percorso digitale su Resistenza mAPPe

Il trekking storico rientra nei percorsi digitali del progetto “#cittadine. I segni nelle comunità e sulle città“, promosso da Centro documentazione donna e Istituto Storico con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e il patrocinio del Comune di Modena. Nell’ambito di questo progetto è stato realizzato appunto il percorso digitale “Lottare per la libertà e i diritti. I Gruppi di difesa della donna“, che ho curato all’interno dell’app Resistenza mAPPe. La camminata ha quindi anche lo scopo di presentare al pubblico l’app, che anzi siete già invitati a scaricare da Google Play (per i dispositivi Android) o dall’App Store (per quelli Apple). Come dite? Sì sì, è gratis! Come gratuita è l’iniziativa, che rientra nel programma proposto dall’amministrazione comunale per il 25 aprile a Modena.

 

Per info e prenotazioni sulla camminata del 25 aprile a Modena: biblioteca@cddonna.it – tel. 059 451036

Per restare aggiornati sulle mie iniziative e su quelle di Daniel Degli Esposti, potete iscrivervi alla Newsletter di Allacciati le storie cliccando qui.

Spargi la voce!

Potrebbe interessarti anche
Conosci una persona interessata? Faglielo sapere!